Archivi

COSCE DI POLLO AL ROSMARINO E COGNAC

Cosce di pollo al cognac

Una ricetta semplice semplice e veloce che piacerà anche ai non amanti del pollo. Buon appetito!!! 🙂

Ingredienti:

cosce di pollo

sale

pepe

aglio

rosmarino

cognac

PREPARAZIONE:

In un tegame mettete l’olio, l’aglio ( fatelo imbiondire prima di toglierlo) ed il rosmarino. Salate e pepate le cosce di pollo e rosolatele nel tegame. A cottura ultimata sfumate con il cognac. Fate evaporare e servite.

COSCE DI POLLO CON OLIVE TAGGIASCHE E CAPPERI

COSCE DI POLLO CON OLIVE TAGGIASCHE E CAPPERI

La carne di pollo è ricca di proteine nobili che sono indispensabili all’organismo,  è facilmente digeribile grazie alla minore presenza di tessuto connettivo rispetto alla carne rossa, soprattutto se viene cucinata in modo semplice. Le cosce, secondo alcuni sono la parte migliore del pollo e si prestano ad essere cucinate in diversi modi. Oggi le propongo condite con olive taggiasche e capperi e sfumate con il cognac. 🙂

Ingredienti:

Cosce di pollo

Olive taggiasche

Aglio

Capperi

Sale

Pepe

Cognac

PREPARAZIONE:

In una padella con un pochino d’olio fate imbiondire l’aglio e toglietelo, poi aggiungete le cosce di pollo e fatele ben rosolare. Unite infine le olive, i capperi, il sale ed il pepe e continuate a cuocere. A cottura ultimata sfumate con un bicchierino di cognac.

BASTONCINI DI SALMONE SU PATATE ALLA JULIENNE

BASTONCINI DI SALMONE SU PATATE ALLA JULIENNEIl salmone è probabilmente il pesce più conosciuto del mondo. Ha una carne molto pregiata, dal sapore delicato e caratteristico. La parte migliore del salmone è quella centrale. Un pesce fresco ha un odore delicato e gradevole, l’aspetto brillante e carni compatte prive di striature rosse. Le branchie devono essere rosate e l’occhio sporgente con pupilla nera, non arrossata. Il colorito delle carni, più o meno rosato, deve comunque essere uniforme; la presenza di zone più o meno pigmentate è infatti caratteristica del pesce surgelato all’origine.

Ingredienti:

salmone fresco

patate

cipolla

prezzemolo

farina

sale

pepe

PREPARAZIONE:

Sbucciate e tagliate alla julienne le patate e mettetele in una padella insieme all’olio, la cipolla, il sale ed il pepe e fate cuocere. Nel frattempo tagliate a bastoncini il salmone, salatelo, pepatelo, infarinatelo e mettetelo in una padella con un poco di olio e fatelo cuocere pochi minuti. Impiattate mettendo una base di patate con sopra i bastoncini di salmone ed infine aggiungete il prezzemolo con una spolveratina di pepe.

 

 

Me

 

Il consiglio di Laura:

Il salmone si abbina molto bene al pepe rosa.

 

BACCALA’ AI FUNGHI PORCINI E PATATE

Baccalà ai funghi porcini e patate

Il baccalà è un merluzzo salato e stagionato. Il baccalà è elemento essenziale di molte cucine popolari, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione.

Tanto il baccalà quanto lo stoccafisso, per essere utilizzabili, hanno bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, che provvede ad eliminare il sale per il primo e a restituire ai tessuti l’originale consistenza per il secondo.

Di seguito vi propongo un piatto di baccalà che ho cucinato abbinando il sapore del pesce ai funghi porcini e alle patate…a me è piaciuto molto!!! e a voi? 🙂

Ingredienti per 4-6 persone:

1 kg. baccala’

1 kg. patate

100 gr.Funghi porcini secchi

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

Olio

Sale

Pepe

PREPARAZIONE:

Mettete in un recipiente pieno d’acqua il baccalà e lasciatelo ammorbidire per almeno 12 ore, cambiando l’acqua di tanto in tanto. Scolatelo e fatelo cuocere nell’acqua bollente per circa 20 minuti.

Scolatelo, spellatelo, spinatelo e riducetelo in pezzi.

Pulite ed affettate le patate e mettetele in una padella unitamente all’olio, l’aglio e la cipolla e fatele rosolare. Nel frattempo mettete nell’acqua i funghi secchi e fateli ammorbidire. Versate nella padella anche i funghi con un po’ di acqua d’ammollo stando attenti a non mettere anche le impurità (potete filtrare l’acqua con un colino a maglie fitte). Lasciate insaporire mescolando per qualche minuto. Unite il baccalà e fate cuocere per circa 30 minuti. Infine regolate il sale se occorre ed unite il pepe ed il prezzemolo.

DADOLATA DI POLLO AI FUNGHI PORCINI

DSCN6195

Ecco un ricco secondo piatto: dei bocconcini di petto di pollo cucinati con funghi porcini. Io ho usato solo quelli secchi ma se aggiungerete anche qualche fungo fresco avrete un secondo piatto molto saporito. 🙂

Ingredienti:

Petto di pollo

Funghi porcini secchi

Burro

Cipolla

Dado ai funghi porcini

Sale

 

PREPARAZIONE:

Mettete in un contenitore d’acqua tiepida i funghi porcini secchi per 15 minuti. Strizzateli e servendovi di un colino a maglie fitte, filtrate la loro acqua conservandola da parte. Trasferite i funghi in un tegame antiaderente e fateli rinvenire cuocendoli per 5 minuti insieme al burro e la cipolla tagliata finemente. Aggiungete l’acqua dei funghi. Tagliate nel frattempo il pollo a dadini, salatelo, infarinatelo e rosolatelo nel tegame. Aggiungete poco per volta il brodo precedentemente preparato e lasciate cuocere finché si sarà formata una crema che avvolgerà il pollo.

INVOLTINI DI VITELLO ALLA MORTADELLA

DSCN6112

Gli involtini di carne nascondono sempre ripieni diversi. Io oggi li ho preparati con la mortadella ma potete cambiare ripieno sostituendo la mortadella con il prosciutto o con lo speck oppure con la frittata o con la pancetta ecc. ecc. Sono sempre buonissimi!!! 🙂

Ingredienti per 4 persone:

700 gr. fettine di vitello

150 gr. mortadella

70 gr. burro

Cipolla rossa

prezzemolo

Farina

Sale

Pepe

Vino bianco

PREPARAZIONE:

Appiattite leggermente le fettine di carne con un batticarne, salatele, pepatele e mettete su ognuna una fettina di mortadella e del prezzemolo. Avvolgetele su se stesse, formando così degli involtini e chiudeteli con uno stecchino. Passateli quindi nella farina. Mettete sul fuoco un tegame con il burro e la cipolla e appena questa si sarà colorita, adagiatevi gli involtini, facendoli ben dorare da ogni parte. Fate cuocere per 40 minuti a fuoco moderato e sfumateli con il vino bianco.

BACCALA’ ALLE OLIVE E CAPPERI

10572268_10203464363593330_1154247865932916139_oIl baccalà è un merluzzo salato e stagionato. La salagione ne consente la conservazione per lungo tempo, e per questo viene impiegata fin da tempi lontanissimi per consentire il trasporto e la consumazione del pesce in luoghi anche molto distanti da quelli d’origine. Sembra che la procedura di salagione del baccalà si debba attribuire ai pescatori baschi che, seguendo i branchi di balene e arrivati al Mare del Nord, si imbatterono in enormi banchi di merluzzo verso l’isola di Terranova e usarono per questo pesce il procedimento di conservazione già da essi usato per la carne di balena.

Il baccalà è elemento essenziale di molte cucine popolari, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione.

Tanto il baccalà quanto lo stoccafisso, per essere utilizzabili, hanno bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, che provvede ad eliminare il sale per il primo e a restituire ai tessuti l’originale consistenza per il secondo.

Di seguito vi propongo uno dei piatti che normalmente preparo con il baccalà…spero vi piaccia!!! 🙂

 

Ingredienti per 4 persone:

750 gr. di baccala’

25 gr. Capperi

5 filetti di acciuga

100 gr olive taggiasche

Olio

Vino bianco

2 spicchi d’aglio

Cipolla ½

Sale

Pepe

Prezzemolo

Pomodoro

PREPARAZIONE:

Tritate finemente la cipolla, il prezzemolo e metteteli in una padella con l’olio, gli spicchi d’aglio schiacciati e fate rosolare bene a fiamma moderata, poi unite il baccalà dissalato (dopo averlo tenuto nell’acqua almeno una giornata) tagliato a pezzi, le acciughe, le olive, , i capperi, il sale ed il pepe. Fate insaporire il tutto per qualche minuto, poi bagnate con il vino bianco e coprite la padella facendo cuocere il baccalà per circa un’ora. Impiattate e decorate con una foglia di prezzemolo ed un pomodorino pachino tagliato.

SALTIMBOCCA BURRO E SALVIA

10494886_10203282174038705_7118434704151040519_o

I Saltimbocca sono forse un piatto di origine bresciana, ma oggi è una specialità della cucina romana da essere chiamato: Saltimbocca alla romana. Il Saltimbocca originale è fatto di carne di vitello rivestito o condito con prosciutto crudo (alcune volte condita con speck) e salvia, marinato nel vino bianco. Io al posto del vino bianco ho messo il vino rosso e ho semplicemente aggiunto una foglia di salvia.

Ingredienti per 4 persone:

500 gr. fettine di vitello sottili

Burro

Salvia

Sale

Pepe

Vino rosso

PREPARAZIONE:

Spianate le fettine, salatele, pepatele, infarinatele leggermente e posate su ognuna una foglia di salvia fresca che fermerete con uno stecchino. Far colorire la carne in padella con un po’ di burro a fuoco vivace e sfumate infine con il vino rosso. Servite i saltimbocca caldissimi ricoprendoli con la salsa al vino che si sarà formata.

SCALOPPINE DI ARISTA ALLE MELE

DSCN5914

 

Le scaloppine di arista di maiale alle mele è un secondo piatto dal sapore particolare. Un buonissimo connubio tra carne e frutta.

 Ingredienti:

Fettine di arista di maiale

Mele

Olio

Cipolla

Vino bianco

Sale

Pepe

Burro

PREPARAZIONE:

Dopo aver sbucciato le mele tagliatele a dadini e mettetele in una padella insieme all’olio e la cipolla tagliata sottilmente e fate cuocere il tutto. Aggiungete una noce di burro e mantecate il composto. Salate e pepate l’arista e mettetela nella padella ed ultimate la cottura sfumando con il vino bianco. Fate insaporire e servite decorando con delle fettine di mela fresche.

 

Me

 

 Il consiglio di Laura

Se utilizzerete il vino passito di pantelleria  la carne avrà un sapore ancora più delicato, dolce e gradevole.

 

CIUFFETTI DI CALAMARI AFFOGATI

10459000_10203526488586416_5610468377043631284_o

Difficoltà: bassa

Preparazione:  30 min Cottura: 25 min Dosi per: 2 persone Costo: basso Ingredienti 500gr di ciuffetti di calamari 200gr di polpa di pomodoro sale 1 pizzico di peperoncino prezzemolo 1 spicchio d’aglio 1 quarto di cipolla 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva PREPARAZIONE Lavate accuratamente e pulite i ciuffetti di calamaro, metteteli in una padella con 2 cucchiai di olio, la cipolla e l’aglio. Dopo circa 5 minuti aggiungete ai ciuffetti di calamaro, la polpa di pomodoro e mescolate; a questo punto aggiungete il peperoncino ed il sale (un pizzico perché solitamente il pesce è già abbastanza saporito). Cuocete il tutto per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Quando i ciuffetti saranno quasi cotti aggiungete il prezzemolo. Impiattate e servite caldi! Arricchite il piatto con del  pancarrè tostato e condito con olio ed origano.