STELLA PANNA E CIOCCOLATO

Torta Stella di NataleIl Natale è alle porte …prepariamo insieme una stella di natale con la panna ed il cioccolato…molto molto golosa 🙂

 Ingredienti per 6/8 persone:

200 g. farina

130 gr. burro

6 uova

150 gr zucchero

1 bicchierino di maraschino

100 gr. amaretti

Sale

Panna montata

Per decorare:

150 gr. cioccolato fondente

Noci

Scorzette arancia

Decorazioni zucchero a scelta

PREPARAZIONE:

Montate i tuorli con lo zucchero ed il burro fino ad ottenere una crema soffice. Poi versate la farina mescolando per incorporarla bene. Aggiungete il sale , gli amaretti sbriciolati e gli albumi montati a neve. Versate il composto in una tortiera e fate cuocere in forno a 180° per circa 45 minuti. Sfornate e quando si sarà ben raffreddata dividetela in due dischi. Bagnate con il liquore maraschino e spalmatevi la panna precedentemete montata. Ricomponete la torta e ricopritela con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria. Decorate con le noci o con decorazioni a scelta.

 

 

 

3 thoughts on “STELLA PANNA E CIOCCOLATO

  1. Il tuo post mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno é festa, ogni giorno é Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti. Sei d’accordo?

    Piace a 1 persona

    • Sono d’accordo con te. Anche i miei nonni raccontavano spesso la difficoltà di avere anche gli alimenti di prima necessità e di come era un pò più fortunato chi viveva in campagna, perché aveva di che vivere.
      Mentre in città esisteva la borsa nera dove quei pochi cibi che c’erano venivano acquistati a caro prezzo
      perchè con la tessera annonaria si riceveva poco e niente
      bisognava aspettare gli arrivi mensili.
      Ora non apprezziamo quello che abbiamo e cerchiamo sempre di più.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...