MARMELLATA DI ARANCE

DSCN6156

La marmellata di arance fatta in casa…una delizia!!!

 Ingredienti

1 kg di arance (non trattate)

400 g di zucchero

PREPARAZIONE

Lavate e spazzolate le arance sotto l’acqua corrente, sbucciatele a vivo e tagliateli a pezzetti. Mettete da parte le scorze delle arance con tutta la loro parte bianca.

Tagliate la polpa a pezzetti e mettetela (senza lo zucchero) in una pentola. Fate cuocere per 40 minuti circa.

Nel frattempo mettete le scorze delle arance in acqua fredda e portate a bollore, sgocciolatele, rimettetele in acqua fredda e riportatele a bollore. Ripetete questa operazione per 4 volte. Sgocciolate le scorze e tritatele finemente.

Aggiungete alla polpa delle arance in cottura, lo zucchero e le scorze tritate. Continuate a cuocere la marmellata fino a farla addensare. Invasate ancora bollente in barattoli di vetro lavati e sterilizzati avvitateli bene e capovolgeteli. Una volta freddi le capsule dei coperchi si abbassano. In questo modo non serve pastorizzare. Invece se volete mettere la marmellata fredda nei barattoli dovete necessariamente pastorizzarli dopo la chiusura per poterli mantenere.

 

Sterilizzazione:

mettete un canovaccio sul fondo della pentola, appoggiatevi sopra i barattoli copriteli completamente con acqua fredda. Fate bollire per 30 minuti (dall’inizio del bollore) e lasciateli raffreddare in acqua. Poi stendeteli su un canovaccio e fateli asciugare prima di inserire la marmellata.

 

Pastorizzazione:

Chiudere bene i vasi (precedentemente lasciati aperti per far raffreddare la marmellata appena cotta), quindi riporli in una pentola alta e capiente in cui il livello dell’acqua deve superare di 2-5 cm la capsula dei vasetti.

Sul fondo della pentola è bene porre dei canovacci per evitare l’esposizione del barattolo al calore diretto; allo stesso modo è bene mettere degli straccetti tra un vasetto e l’altro.

Riscaldare, portare ad ebollizione e lasciar bollire per circa 30 minuti avendo cura di controllare il livello dell’acqua in modo da rabboccarlo qualora scendesse. Spegnere e rimuovere i vasetti soltanto quando l’acqua sarà divenuta fredda, quindi asciugarli e riporli in un luogo fresco per la conservazione.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...